Università degli Studi di Udine
Facoltà Scientifiche

Centro Laboratorio per la Didattica della Fisica CLDF del CIRD
Centro Orientamento e Tutorato CORT
Comitato per la Promozione degli Studi Tecnico Scientifici

Liceo Scientifico G. Marinelli di Udine

in collaborazione con

Groupe International de Recherche sur l’Einsegnement de la Physique Regione Friuli Venezia Giulia – Direzione Istruzione e Cultura
IRRSAE Friuli Venezia Giulia
Associazione Scienza e Tecnica
Sezione AIF di Udine
I.T.I. A. MALIGNANI di Udine
I.T.G. Marinoni di Udine

con il contributo di

Liceo Classico J.Stellini di Udine
Istituto Tecnico per Geometri Marinoni di Udine
Liceo Scientifico N.Copernico di Udine
Liceo Scientifico Magrini di Gemona
Liceo Scientifico G.Marinelli di Codroipo
Liceo Scientifico di Maniago

Organizzano

marzo scientifico 2000

LA VIA DELLA SCIENZA

un percorso per raccordare
la scuola all’Università

Udine, 13-31 marzo 2000

Aula Magna dell’Università - piazzale Kolbe 4

Prenotazioni e informazioni al CIRD dell’Università di Udine

Donatella Ceccolin – tel. 0432 558211 – fax 0432 558222 – e_mail: gei@fisica.uniud.it

LA VIA DELLA SCIENZA

un percorso per raccordare le scuole all’università

Marzo scientifico 2000 è un’iniziativa di diffusione della Cultura Scientifica che ha l’obiettivo di diffondere nella scuola e far conoscere alla comunità sociale i processi innovativi nell’area della formazione scientifica e tecnologica, che realizzano in sinergia l’Università di Udine e diverse Scuole del territorio.
Quattro sono i piani in cui si articola il progetto:

L’offerta formativa dell’Università, e la sua ricaduta immediata nella scuola, acquista particolare importanza nella prospettiva dell’orientamento, processo di sempre maggiore importanza, alla luce dell’innovazione sia nella scuola che nell’università.
In questo contesto trova significato affiancare alla presentazione di lavori svolti in scuole udinesi in ambito di ricerche validate dal CNR e dal MURST, lavori di realizzazione di prototipi che sono frutto e contemporaneamente supporto della ricerca universitaria.
Le iniziative che verranno organizzate nella manifestazione a Udine prevedono da un lato il coinvolgimento diretto degli studenti e delle scuole che hanno realizzato sperimentazione e innovazione didattica e dall’altro la partecipazione attiva dell’Università alle diverse attività di formazione, sperimentazione, divulgazione, orientamento.
Nello stesso ambiente in cui si svolgeranno le altre attività verranno realizzati quattro tipi di laboratori: con sistemi di acquisizione dati collegati in linea con l’elaboratore, con prototipi multimediali, con vecchi strumenti del ricco patrimonio delle scuole udinesi, con materiali poveri appartenenti alla quotidianità quindi in grado di creare un ponte tra sapere scientifico ed esperienza comune.
Il Progetto Esplorare Progettare Comunicare (EPC) è una proposta di educazione informale che attiva apprendimento scientifico mediante l’operatività e quindi offre un ricco spettro di attività sperimentali. EPC punta al miglioramento della formazione scientifica nella scuola e con la scuola: la formazione insegnanti e la sperimentazione didattica risultano allora propedeutici e complementari rispetto alle attività dirette agli studenti, integrando la proposta di base.
Nove sono i moduli in cui si articola la manifestazione.

Modulo 1 – Il Progetto EPC - Esplorare, Progettare, Comunicare

Tra i progetti di innovazione scientifica attivi durante la manifestazione vi è il progetto Esplorare, Progettare, Comunicare (EPC). Esso è stato elaborato dall’Unità di Ricerca in Didattica della Fisica dell’Università di Udine presso il Centro Interdipartimentale di Ricerca Didattica (CIRD) dello stesso Ateneo ed è sostenuto finanziariamente dalla Direzione Istruzione e Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia. Il progetto si avvale della mostra Giochi Esperimenti Idee (GEI), costituita da 120 esperimenti semplici e significativi, realizzati con materiali semplici e sensori in linea con l’elaboratore. EPC diffonde una proposta innovativa di educazione informale per costruire un ponte tra l'esplorazione spontanea e quella organizzata a scuola, per favorire l’apprendimento scientifico mediante attività sperimentali. Delle sei azioni previste nel progetto, due vengono sviluppate durante marzo scientifico:

C1) MOMENTO ESPOSITIVO : attività libera e guidata dei ragazzi con gli esperimenti di GEI;

C2) FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI : un corso a impegno differenziato per gli insegnanti sugli esperimenti, i percorsi didattici, lo sviluppo cognitivo, l’impiego dell’elaboratore on-line.

Tutti gli interessati trovano informazioni su EPC nel sito <www.uniud.it/cird/>

Modulo 2 – Modelli nella Didattica della Fisica

L'Unità di ricerca in didattica della fisica dell’Universita' di Udine ha profuso grande impegno per la didattica scientifica: mediante la promozione di attività sperimentali, la partecipazione a sperimentazioni nazionali di ricerca, la formazione degli insegnanti. La ricaduta nella scuola ne e' stata immediata ed ha innescato processi di innovazione metodologica e tecnologica. Alcune scuole di Udine collaborano da anni con l'Universita' e presentano in questa occasione al pubblico e alle altre scuole alcune esperienze significative sul tema della modellizzazione:

2.1 Sperimentare con le nuove tecnologie a scuola (a cura del L.S.G.Marinelli di Udine)

2.2 Sperimentazioni didattiche con simulazioni (a cura dei L.L. S.S. Copernico di Udine e Magrini di Gemona)

2.3 Dai modelli alla realizzazione dei prototipi per la ricerca (a cura dell'I.T.I. A. Malignani e della Sezione A.I.F. di Udine)

2.4 Il bicentenario di Volta: Volta e Galvani, due modelli interpretativi nella storia della Fisica (a cura dell’AIF e dell’ITI A.Malignani di Udine)

2.5 Sperimentare con le nuove tecnologie nelle Scienze (a cura del L.S. G.Marinelli di Codroipo)

2.6 Formazione dei docenti alla modellizzazione ( a cura del CIRD e del L.S. G. Marinelli di Udine)

Durante la manifestazione saranno presentati i nuovi progetti di formazione in servizio degli insegnanti e di innovazione didattica su Scienza e Tecnologia (SeT e LabTec), insieme a seminari di contenuto scientifico:

S1: I Progetti M.P.I. per l’educazione scientifica: uno sguardo particolare a SeT e LabTec, prof. Giuseppe Marucci Ispettore M.P.I. e Prof. M.Michelini, responsabile scientifico, CIRD
EPC, Progetto Regionale su Scienza e Tecnologia, Prof. A.Mossenta, coordinatrice progetto EPC

S2: Attività di laboratorio per agevolare gli apprendimenti scientifici, prof. F. Della Valle, Ispettore M.P.I.

S3 : La Fisica Moderna e l’Imprinting Naturale (Prof. Carlo Cecchini, Dipartimento di Matematica)

S4: La Formazione in servizio degli insegnanti: valutarla per migliorarla

Modulo 3- Modelli nella Ricerca Scientifica

Nell’ambito delle collaborazioni istituzionali finalizzate all’orientamento formativo riveste particolare risalto il progetto "Divulgare per orientare", finanziato dalla regione Friuli Venezia Giulia e curato dalla Commissione Interna Tutorato e Orientamento della Facoltà di Agraria. Il progetto ha per obiettivo la predisposizione di una monografia per l’illustrazione delle principali attività di ricerca in atto presso l’università degli Studi di Udine nel settore delle Scienze Agrarie e delle Tecnologie Alimentari, con lo scopo di promuoverne le ricadute didattiche e far emergere la presenza di eccellenze scientifiche non ancora sufficientemente note, che si affiancano a quelle tradizionali per rispondere alle più attuali esigenze del settore agroalimentare. A tale iniziativa si affianca una intensa attività di collaborazione tra Facoltà di Agraria e Scuole Superiori nella conduzione di attività didattiche integrate e coordinate, aventi una forte valenza orientante. Alcune attività del progetto "Divulgare per orientare" presentate nella manifestazione saranno:

Proposte dal mondo delle Scienze ambientali ( a cura della Facoltà di Agraria)

3.1 Dai modelli alle simulazioni nella ricerca (prof. Francesco Danuso)

3.2 Inquinamento nei centri urbani medio-piccoli (Dr. Alessandro Peressotti)

Modulo 4 - Proposte trasversali e innovazione a scuola

La tradizione di uno studio qualificato coniugato con l’innovazione metodologica a cui fanno da supporto le nuove tecnologie e la multimedialità, la possibilità di convenzioni per la collaborazione con l’Università, che favorisce l’immediata ricaduta nella didattica di sperimentazioni di ricerca, hanno rinnovato il processo formativo della scuola. In aggiunta alle attività presentate nel modulo 2, in questo modulo sono presentati altri aspetti dell’educazione scientifica che la scuola di oggi offre. L’attività, a cura del Liceo Scientifico G.Marinelli di Udine, comprende:

4.1 La multimedialità autostrada per la Scienza; Prototipi di videoclip di Fisica costruiti dagli studenti

4.2 Progetti per l’Interculturalità: un progetto Comenius sull’acqua

Modulo 5 – Risposte della Scienza ad alcuni problemi attuali

Tutela della biodiversità e corretto uso delle biotecnologie, qualità, genuinità e sicurezza degli alimenti sono aspetti problematici della vita quotidiana che pongono al cittadino inquietanti interrogativi. Questi argomenti di attualità, che costituiscono anche le principali tematiche di ricerca e di didattica dei relatori, saranno oggetto di discussione da parte di esperti della Facoltà di Agraria dell’Università di Udine, in specifici Seminari:

5.1 "Biotecnologie e biodiversità"

5.2"Qualità degli alimenti"

5.3 "Alimenti e salute"

Modulo 6- Scienza, uomo e animale

L’Università è cambiata: la ricerca si integra con tematiche di interesse sociale. I seguenti Seminari offrono l’occasione di conoscere meglio la Facoltà di Veterinaria dell’Università di Udine.

6.1 Il futuro è nell’acqua; Le molte interazioni uomo-animale

6.2 Cervo e altri animali selvatici: perché allevarli?; Come conoscere gli animali

6.3 L’alimentazione del cane; Gli animali e le biotecnologie

Modulo 7 - Economia e Ambiente

Senza perdere il carattere della competenza specifica, l’interdisciplinarietà è la chiave dell’innovazione. Il Seminario "L’ambiente come ricchezza economica delle nazioni" del Prof. Francesco Marangon, della Facoltà di Economia, ne rappresenta un esempio.

Modulo 8 - Orientamento e offerta culturale ai preiscritti

La Facoltà di Scienze della Formazione offre il Seminario " Formazione e professionalità: uno sguardo al presente e uno al futuro", Dr. Roberto Albarea, Facoltà di Scienze della Formazione

Modulo 9 – Mostre, stand e visite guidate

La divulgazione della cultura scientifica si opera anche attraverso l'offerta al pubblico di mostre che possono essere usate contemporaneamente per attività di educazione e formazione. Le mostre offerte durante le attività sono:

Per l’orientamento formativo l’offerta dell’Università è anche arricchita dagli stand e dalle visite guidate:

 

SCHEMA del Programma di massima di Marzo Scientifico 2000

Le mattinate sono dedicate agli studenti, i pomeriggi agli insegnanti, agli approfondimenti culturali e formativi per i preiscritti, alla libera visita delle mostre. In ciascuna mattinata le prime due ore sono dedicate a seminari e le altre due alla visita delle mostre, dei microlaboratori scientifici e delle proposte per l’innovazione didattica. Ogni giorno e soprattutto durante gli intervalli di visita alle mostre verrà fornito un servizio di orientamento con materiali cartacei, documentazione, video, cd-rom e strumenti multimediali per tutti gli interessati. Studenti orientatori e docenti saranno inoltre disponibili per discussioni a piccoli gruppi.

Sede della manifestazione: Aula Magna dell’Università degli Studi di Udine, Piazzale Kolbe 4

(attività indicate tra parentesi: Aula Magna del Liceo Scientifico G.Marinelli via Leonardo da Vinci 4, Udine)

Ore

Lunedì 13/3

Martedì 14/3

Mercoledì 15/3

Giovedì 16/3

Venerdì 17/3

Sabato 18/3

9-11

 

EPC - C1

M 5 - S 5.3

M 2 - A2.1

M 2 - A 2.2

M 5 - S 5.1

11-13

 

EPC - C1

EPC - C1

EPC - C1

M2-A2.1

EPC - C1

EPC - C1

15-18

Apertura manifestazione

EPC - C2

M 2 - S 2

(M 2 - 2.6)

EPC – C2

EPC-C1

(M 2 - 2.6)

M 2 - S3

EPC - C2

(M 8 - S 1)

 

Ore

Lunedì 20/3

Martedì 21/3

Mercoledì 22/3

Giovedì 23/3

Venerdì 24/3

Sabato 25/3

9-11

M 2 - A 2.5

M 6 - S 6.2

M3 - A3.1

EPC-C1

M3 - A3.2

EPC-C1d

M 6 - S 6.1

M 6-S6.3

EPC-C1d

11-13

EPC-C1

M2-A2.5

EPC - C1

EPC - C1

EPC - C1

EPC-C1d

EPC - C1

EPC-C1d

EPC - C1

15-18

EPC - C 2

EPC-C1

(M2 - 2.6)

M2 - S4

EPC – C2

EPC-C1

M 7 - S 1

EPC – C2

 

Ore

Lunedì 27/3

Martedì 28/3

Mercoledì 29/3

Giovedì 30/3

Venerdì 31/3

 

9-11

M 2 - A 2.3

M 4 - S 4.2

M4 - A4.1

EPC-C1d

M5 - S5.2

M 2 - A 2.4

11-13

EPC-C1

M2-A2.3

EPC - C1

EPC - C1

EPC-C1d

EPC - C1

 

EPC - C1

M2-A2.4

15-18

EPC - C 2

EPC-C1

(M 2 - 2.6)

M2 - S1

EPC – C2

EPC-C1

EPC – C2

EPC-C1

EPC - C1

M1-EPC-C1 Attività con la mostra GEI per gruppi classe; EPC-C1d Laboratorio cognitivo a piccoli gruppi

M1-EPC-C2 Formazione insegnanti per il progetto EPC

M2-A2.1 Sperimentare con le nuove tecnologie a scuola, prof. M.Michelini, pres. G.Di Castri, prof. V.Capocchiani, una classe del L.S. G.Marinellii

M2-A2.2 Sperimentazioni didattiche con simulazioni, prof. A.M.Cavagna, L.S. Magrini di Gemona, Prof. G.Trifiletti e G.Giacomuzzi, L.S. Copernico di Udine

M2-A2.3 Dai modelli alla realizzazione di prototipi per la ricerca ,Prof. P.E.Di Prampero, Prof. P Pellis., Pres. F Illusi, P.I. L.Mrak, studenti dell’ITI A.Malignani

M2-A2.4 a cura della Sezione AIF di Udine - Volta e Galvani, due modelli interpretativi nella storia della Fisica, G.L.Michelutti, F.deStefano, G.De Marchi, L.Marcolini, G.C. Toso

M2-A2.5 La fotosintesi con i sensori on-line, prof. L.Decio, L.S. Marinelli di Codroipo

M2-2.6 Corso IRRSAE - Formazione di docenti alla modellizzazione

M2-S1 I progetti M.P.I. per l’educazione scientifica: uno sguardo particolare a SeT e LabTec, prof. M.Michelini responsabile scientifico, CIRD, prof. G.Marucci, Ispettore MPI; EPC Progetto Regionale su Scienza e Tecnologia, A.Mossenta, coordinatrice Progetto EPC

M2-S2 Attività di laboratorio per agevolare gli apprendimenti scientifici, prof.F.Dalla Valle, Ispettore MPI, E Cortesi, LS Ricci Curbastro di Lugo RA

M2-S3 La Fisica moderna e l’imprinting naturale, Prof. Carlo Cecchini, Dipartimento di Matematica ed Informatica.

M2-S4 Tavola rotonda: La formazione in servizio degli insegnanti. Parteciperà un rappresentante del Ministero della Pubblica Istruzione

M3-A3.1 Dai modelli alle simulazioni nella ricerca:la generazione stocastica di dati climatici, come e perché. Prof. Francesco Danuso, Facoltà di Agraria (l’attività si svolgerà nella sede Rizzi in aula 18 multimediale)

M3-A3.2 Inquinamento nei centri urbani medio-piccoli, dr. A.Peressotti, Facoltà di Agraria, studenti del L.S. di Maniago

M4-A4.1 La multimedialità autostrada per la Scienza; Prototipi di videoclip di Fisica realizzati dagli studenti, Prof. F.Petrossi, L.S.Marinelli di Udine e studenti del L.S.Marinelli

M4-A4.2 Progetti per l’Interculturalità, Prof. S.Colavizza e studenti del L.S.Marinelli di Udine

M5-S5.1 Non solo margherite: come il problema della biodiversità tocca la nostra salute, Prof. R.Testolin, Facoltà di Agraria;
Le biotecnologie vegetali nella produzione industriale di farmaci, Prof.Dr. S. Marchetti, Facoltà di Agraria

M5-S5.2 La sicurezza degli alimenti, Prof. M.Stecchini; Le conserve alimentari tra storia e innovazione, Prof. D.Mastrocola, Facoltà di Agraria.

M5-S5.3 Diossina, mucca pazza, vino al metanolo e così via: ma si può fare qualcosa?, Prof. Carlo Raffaele Lerici, Facoltà di Agraria;
Cosa mangiamo? Qualità, genuinità e frodi nel settore alimentare,
Prof. Lanfranco Conte, Facoltà di Agraria.

M6-S6.1 Il futuro è nell’acqua, Prof. D.Lanari, Facoltà di Veterinaria; Le molte interazioni uomo-animale, Prof. P.Susmel, Facoltà di Veterinaria

M6-S6.2 Cervo e altri animali selvatici: perché allevarli, Prof. E.Piasentier; Come conoscere gli animali, Prof. R.Oberosler, Facoltà di Veterinaria

M6-S6.3 L’alimentazione del cane, Prof. B.Stefanon;Gli animali e le biotecnologie, Dr.M.Colitti, Facoltà di Veterinaria

M7-S1 L’ambiente come ricchezza economica delle nazioni, prof. Francesco Marangon, Facoltà di Economia

M8-S1 Formazione e professionalità: uno sguardo al presente e uno al futuro, dr. Roberto Albarea, Facoltà di Scienze della Formazione.

__________________________ ______________________________

Comitato Scientifico

Comitato Organizzatore

Marzio Strassoldo, Rettore dell’Università degli Studi di Udine

Marisa Michelini, responsabile

Pier Luigi Bonfanti, Preside della Facoltà di Agraria

Vilma Capocchiani, coordinamento generale attività di "marzo scientifico 2000"

Pier Luigi Rigo, Presidente del Comitato per la Promozione degli studi tecnico-scientifici dell’Università di Udine

Paolo Ceccon, coordinamento attività della Facoltà di Agraria

Marisa Michelini, Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca Didattica, responsabile del Progetto EPC

Marco Galeotti, coordinamento attività della Facoltà di Veterinaria

Paolo Ceccon, Presidente Commissione interna di Tutorato e Orientamento della Facoltà di Agraria

Alessandra Mossenta, coordinamento attività del Progetto EPC

Lorenzo Santi, Dipartimento di Fisica dell’Università di Udine

Lorenzo Marcolini, coordinamento attività Sezione AIF di Udine

Gabriele Di Castri, Preside del Liceo Scientifico Marinelli di Udine

Alessandra Missana, coordinamento attività di orientamento, CORT dell’Università di Udine

Fabio Illusi, Preside Istituto Tecnico Malignani di Udine

Donatella Ceccolin, referente CIRD dell’Università di Udine

Vilma Capocchiani, Liceo Scientifico Marinelli di Udine

Mauro Sabbadini, aspetti tecnici, CIRD dell’Università di Udine

Alessandra Mossenta, Liceo Classico Stellini di Udine

 

Prenotazioni e Informazioni: Donatella Ceccolin, CIRD dell’Università di Udine, Via delle Scienze. 208-33100 Udine

tel. 0432 558211 – fax 0432 558222 - e_mail: gei@fisica.uniud.it