Presentazione
Il Progetto LABTEC
č un progetto pilota nazionale, varato dalla Direzione dell’Istruzione Classica, Scientifica e Magistrale del Ministero della Pubblica Istruzione, nell’a.s. 1998/’99 e ha riassorbito un precedente progetto su "multimedialitā e curricoli sperimentali".
Al momento LABTEC coinvolge 20 scuole, distribuite sul territorio nazionale, che hanno giā affrontato il problema del rapporto tra multimedialitā, risorse di rete ed insegnamento scientifico- sperimentale.
L’Universitā di Udine
costituisce il partner scientifico del Progetto, che č attualmente gestito attraverso l’Istituto Montessori di Roma. Il progetto prevede alcuni seminari di formazione e la sperimentazione nelle classi di moduli didattici imperniati sul lavoro sperimentale basato sulle nuove tecnologie. La sperimentazione verrā seguita e assistita dal gruppo di progetto, con l’aiuto di tutor.
Una cinquantina sono state le esperienze che sono state presentate e discusse in un seminario di formazione tenutosi a Fiuggi il 9 e 10 Aprile 1999. Esse si basano tutte sull’impiego di nuove tecnologie per le misure e l’elaborazione dei dati, in ambito scientifico.
Di tali esperienze, spesso organizzate in percorsi curriculari di natura modulare, in gran parte giā validate con sperimentazioni scolastiche, č stata data ampia documentazione ai partecipanti al progetto. Anche su tale base, i partecipanti al progetto hanno successivamente scelto i temi su cui effettuare la sperimentazione, raggruppando singoli esperimenti o moduli.
In due incontri del gruppo di progetto svoltisi rispettivamente a Udine nel maggio ’99 e a Roma nel giugno ’99 sono state discusse la lista delle esperienze da condurre nelle classi, l’impostazione delle schede guida, la tipologia dei materiali e delle attrezzature necessarie per la conduzione degli esperimenti.
Le scelte dei partecipanti hanno permesso di elaborare un primo pacchetto di schede guida di Labtec, da validare nei seminari di formazione e nella sperimentazione nelle classi da parte degli stessi insegnanti partecipanti al progetto.
I materiali e le attrezzature necessarie per condurre le esperienze sono acquistate o integrate dalle singole scuole con contributi dati dal Ministero della Pubblica Istruzione alle stesse nell’ambito del Programma di Sviluppo delle Tecnologie Didattiche.