4 - ORGANIZZAZIONE DELLA IX SETTIMANA DELLA CULTURA SCIENTIFICA.

Il CIRD ha organizzato dal 22 al 27 marzo 1999, in collaborazione con il Centro Orientamento e Tutorato (CORT), l’ITIS Malignani, l’I.T.C. Zanon, il Liceo Sc. Marinelli, l’A.I.F. di Udine, il Dipartimento di Fisica dell’Università di Udine, il Comitato per la Promozione degli Studi Tecnico Scientifici e il Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale (LaREA) la nona edizione della Settimana della Cultura Scientifica avente per tema scienza ed educazione. Ne ha curato l’organizzazione il prof. Giancarlo Fava, con l’obiettivo di sottolineare l’impatto che l’evoluzione della conoscenza scientifica e tecnologica ha avuto sulla vita sociale e culturale di ognuno di noi.
Il CIRD ha inoltre collaborato organizzativamente e scientificamente alle analoghe iniziative, organizzate dal prof. Francesco Marangon per il Centro Polifunzionale di Gorizia e dal prof. Craighero per il Centro Polifunzionale di Pordenone.
Nella manifestazione di Udine sono stati proposti due momenti.
Il primo, pensato ed aperto a tutti i cittadini, è stato caratterizzato dalla proposta di una serie di seminari , articolati in cinque tematiche : "Scienza e qualità della vita : dalla fame al benessere", "La rivoluzione biotecnologica", "La nuova visione del mondo : Galileo, Darwin, Einstein", "Il fuoco degli dei, il fuoco del radio : le ragioni della speranza dalla fisica del nucleo" e "La chimica : dalle nuove tecnologie alla tutela dell’ambiente".
Il secondo momento, organizzato dall’Unità di Ricerca in Didattica della Fisica dell’Università di Udine, consisteva nell’offerta di attività per gli studenti di scuola secondaria superiore, soprattutto esperimenti, eseguiti dalla cattedra su temi di meccanica ed elettromagnetismo per capire concetti difficili e familiarizzarsi con la fenomenologia, anche grazie all’aiuto di nuove tecnologie.
Nell’aula magna dell’Università di piazzale Kolbe per tutta la settimana sono state offerte alle scuole e alla cittadinanza tre mostre:

A tali attività si aggiunge il Convegno di studenti, di cui si riferisce in seguito.
La partecipazione a tutte le attività è stata ampia, soprattutto da parte del mondo della scuola. Le mostre sono state visitate su prenotazione da 1179 studenti accompagnati dai loro insegnanti. Molti altri visitatori hanno riempito la sala durante le 40 ore espositive.

[Back]